Disposizioni Generali

Art. 1 – Le parti liberamente costituiscono l’Associazione non riconosciuta “MISSIONE GIRASOLE”, che ha sede legale in Taranto (TA), in via Duca di Genova n. 64. La durata è a tempo indeterminato.

Art. 2 – L’Associazione è apolitica e apartitica.

L’Associazione ha per oggetto:

–          promuovere e favorire l’interazione sociale, anche attraverso i social network, al fine della diffusione di attività di riqualificazione ambientale del territorio di Taranto e provincia in particolare, e della regione Puglia in generale;

–          promuovere attività ambientalistico-culturali, valorizzando spazi e risorse presenti nel territorio provinciale, realizzando iniziative idonee a diffondere la conoscenza e la valorizzazione ambientale, storico-culturale, sociale ed economica dello stesso;

–          sensibilizzare al rispetto del territorio attraverso l’organizzazione di eventi che mirino a far conoscere le potenzialità naturalistiche e storico-artistiche del territorio e le sue tradizioni;

–          stimolare uno sviluppo sostenibile del territorio attraverso la creazione e la proposta di progetti specifici dedicati alla sensibilità verso le tematiche ambientali e alla valorizzazione delle risorse naturali;

–          realizzare incontri formativi tesi alla promozione e creazione di eventi culturali in ambito grafico, informatico, visivo, sonoro e multimediale;

–          favorire nuove forme di partecipazione, progettazione partecipata e cittadinanza attiva con l’utilizzo delle nuove tecnologie;

–          l’ideazione, la promozione e la gestione, in proprio o in collaborazione con altri enti affini, di eventi e progetti nell’ambito  ambientale, culturale e artistico;

–          la realizzazione e promozione di concorsi, mostre e altre attività indirizzate alle scuole pubbliche e private, di ogni ordine e grado, per favorire la conoscenza dei problemi ambientali e sensibilizzare verso nuovi modelli di sviluppo ecologico e sostenibile, attraverso nuove forme di interazione sociale;

–          proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi ambientali e culturali condivisi, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile.

Art. 3 – L’Associazione potrà collaborare con altri enti pubblici e privati per lo sviluppo di iniziative che si inquadrino nei suoi fini. Essa dovrà tuttavia mantenere sempre la più completa indipendenza nei confronti di organi di Governo e organizzazioni sindacali.

Art. 4 – Gli organi dell’Associazione sono:

–          l’Assemblea dei soci;

–          il Presidente;

–          il Consiglio Direttivo.

Art. 5 – I soci

Possono chiedere di farvi parte tutti coloro che vogliano perseguire la realizzazione delle finalità istituzionali dell’Associazione, condividendone lo spirito e gli ideali.

I soci sono tenuti al pagamento di un contributo annuo il cui importo è fissato annualmente dal Consiglio Direttivo.

L’ammissione dei soci, avviene su richiesta scritta dell’interessata/o, nella quale si dichiara di accettare e condividere il contenuto del presente Statuto. L’accettazione delle domande per l’ammissione di nuovi soci è deliberata dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei presenti. L’eventuale diniego deve essere motivato e comunicato in forma riservata all’interessata/o.

Tutti i soci hanno diritto di voto in Assemblea e sono tenuti al versamento della quota associativa annuale, fissata dal Consiglio Direttivo.

Ogni Socio può recedere in qualsiasi momento, previa comunicazione scritta, motivando la rinuncia.

Il Consiglio Direttivo può escludere un socio se questo non osserva le direttive dello Statuto e le decisioni del Consiglio o se compie atti contrari all’interesse dell’Associazione.

Ogni socio, purché in regola con il pagamento delle quote associative, ha diritto ad un solo voto – indipendentemente dalla quota associativa versata – per l’approvazione di tutte le delibere assembleari, per l’approvazione dei bilanci e dei regolamenti del Consiglio Direttivo,  per la nomina di tutte le cariche amministrative e direttive previste dallo statuto, alle cui cariche può altre sì liberamente concorrere.

Art. 6 – L’Assemblea dei soci

L’assemblea ordinaria dei soci, convocata dal Presidente non meno di 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza, si riunisce a Taranto o in altra località da indicarsi nell’avviso della convocazione, entro il mese di aprile di ogni anno per approvare il rendiconto finanziario, lo stato patrimoniale e tutti gli altri argomenti iscritti nell’ordine del giorno.

L’Assemblea può essere convocata per iniziativa del consiglio direttivo o su richiesta di almeno due terzi dei soci. La data e l’ordine del giorno dell’Assemblea sono comunicati ai soci per lettera, per e-mail o con quegli altri mezzi che il Consiglio Direttivo riterrà opportuni.

L’Assemblea è valida se partecipano almeno i due terzi dei soci in prima convocazione. In seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti.

L’Assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dello Statuto e l’eventuale scioglimento dell’Associazione con la maggioranza di almeno i due terzi.

All’apertura di ogni seduta l’Assemblea elegge un presidente e un segretario che dovranno sottoscrivere il verbale finale.

Art. 7 – Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo viene eletto dall’Assemblea ed è composto dal Presidente e dal Vicepresidente.

Art. 8 – Il Presidente

Il Presidente dura in carica un anno ed ha la legale rappresentanza dell’Associazione. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo, sottoscrive tutti gli atti amministrativi; può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi.

L’Amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione è congiunta alla possibilità per ognuno dei soci fondatori di operare anche disgiuntamente col consenso degli altri, comunicato a eventuali terzi (banche, enti pubblici e privati) mediante l’invio di e-mail.

Art. 9 – Le risorse economiche dell’Associazione sono costituite:

–          dalle quote annuali versate dai soci così come stabilite annualmente dall’Assemblea dei soci;

–          dai liberi contributi dei partecipanti;

–          dai lasciti di terzi o di associati, sovvenzioni, liberalità di terzi e donazioni effettuate da persone fisiche o enti pubblici o privati in favore dell’Associazione;

–          da donazioni, lasciti e rendite di beni immobili e mobili pervenuti all’Associazione a qualsiasi titolo;

–          da eventuali fondi di riserva costituiti dalle eccedenze di bilancio;

–          da eventuali sovvenzioni e contributi pubblici e statali;

–          da eventuali proventi derivanti da iniziative e manifestazioni culturali, formative, di intrattenimento, gastronomiche o di altro genere organizzate dall’Associazione;

–          da rimborsi derivanti da convenzioni;

–          da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l’attivo sociale.

Le elargizioni in denaro, le donazioni e i lasciti, così come tutti gli altri eventuali fondi, rimborsi e proventi, sono accettati dal Consiglio Direttivo, che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con le finalità statuarie dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di nominare soci onorari, senza diritto di voto, coloro che abbiano dato un contributo in denaro o donato particolari beni all’Associazione.

Art. 10 – Anno finanziario e bilancio

L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il Consiglio Direttivo redige il bilancio preventivo e quello consuntivo che vengono approvati dall’Assemblea ordinaria ogni anno entro il mese di aprile.

Il bilancio va depositato presso la sede dell’Associazione entro i 5 giorni precedenti alla seduta per poter essere consultato da ogni socio.

Art. 11 – Tutte le cariche elettive sono gratuite.

Ai soci compete solo il rimborso di eventuali spese regolarmente documentate.

Art. 12 – Per quanto non previsto dal presente statuto valgono le norme di legge vigenti in materia.